Cronaca Vasto

Vasto: evasione fiscale, beni sequestrati a tre aziende di costruzioni

I finanzieri hanno confiscato beni per un valore catastale di quasi 2 milioni di euro, come futura garanzia dei debiti erariali. In tutta la provincia 233 controlli su scontrini e ricevute, trovate 51 irregolarità in due giorni

Beni sequestrati e confiscati per un valore catastale complessivo di 1 milione 976 mila e 804 euro. Gli uomini della guardia di finanza di Vasto, guidati dal capitano Luigi Mennitti, hanno effettuato una serie di verifiche fiscali e accertamenti patrimoniali nei confronti di tre aziende di costruzioni. Hanno così accertato un’evasione fiscale pari a 3 milioni 243 mila e 471 euro

I beni sequestrati hanno un valore commerciale superiore a quello catastale, che compensa e supera la pretesa erariale. I finanzieri stanno ricorrendo al sequestro per ogni controllo fiscale in cui si riscontra un’evasione. Si tratta di uno strumento efficace come futura garanzia dei debiti erariali.

Sempre in tema di controlli fiscali gli uomini del comando provinciale nella giornata di ieri si sono concentrati nel territorio del capoluogo e dei principali comuni. In due giorni hanno fatto 233 controlli su scontrini e ricevute fiscali in ditte che esercitano nei mercati rionali, bar, negozi. Hanno così scoperto 51 violazioni per mancata o irregolare emissione dei documenti fiscali, con un’incidenza del 22 per cento.

Dall’inizio dell’anno in tutto il territorio della provincia i militari hanno controllato 673 esercizi commerciali scoprendo 131 violazioni, circa il 20 per cento del totale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vasto: evasione fiscale, beni sequestrati a tre aziende di costruzioni

ChietiToday è in caricamento