Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Vasto

Vasto, domiciliari all'uomo che sparò a Graziano Scutti

Lo scorso aprile, A.I., sparò alcuni colpi di pistola verso l'operatore della pesca a Vasto Marina. Quest'ultimo riportò gravi ferite a gola e torace

Dopo quasi 6 mesi di detenzione in carcere, il giudice del Tribunale di Vasto ha concesso gli arresti domicilati ad A.I., il 42enne che lo socrso 29 aprile esplose alcuni colpi di pistola ferendo gravemente l'operatore della piccola pesca di Vasto Marina Graziano Scutti, suo coetaneo.

L'episodio avvenne in un bar nella zona meridionale della riviera vastese, A.I. fu accusato di tentato omicidio.

Adesso il provvedimento è stato preso sia a causa delle condizioni di salute di Iarocci sia per il venir meno delle esigenze cautelari.

Il processo verrà celebrato con il rito immediato il prossimo 15 novembre. Il legale dell'imputato, Massimiliano Baccalà del Foro di Vasto, ha sottolineato che per il suo assisito è caduta l'aggravante della premeditazione.

Scutti fu colpito da cinque colpi di pistola esplosi contro di lui a distanza ravvicinata. Per lui le ferite e lesioni più gravi furono alla gola e al torace, rimase ricoverato, al "San Pio da Pietrelcina", per diversi giorni.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vasto, domiciliari all'uomo che sparò a Graziano Scutti

ChietiToday è in caricamento