Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Vasto

Vasto: distrutta un'area verde e impedito l'accesso al mare

Il Wwf e l'Arci segnalano quanto accaduto poche ore fa in località San Nicola: un'area verde nei pressi del parchegigo è stata recintata e rovinata da un intervento di 'pilizia', rendendo impossibile l'accesso alla spiaggia

Un'area verde in località San Nicola a Vasto, nelle ore scorse, è stata recinata, impedendo l'accesso alla spiaggia, mentre lavori di 'pulizia' danneggiavano il biancospino e le altre piante di macchia mediterranea presenti.

La denuncia arriva dalle associazioni Arci e Wwf Zona Frentana e Costa Teatina, che hanno subito contattato l'amministrazione comunale di Vasto, la quale ora sta verificando l'accaduto con gli uffici comunali preposti.

 "Bloccare l'accesso al mare significa impedire il libero e legittimo godimento di un diritto pubblico importantissimo - dicono gli associati - la suggestiva e bellissima spiaggia di San Nicola è un bene collettivo di proprietà dell'intera cittadinanza, vastese e non solo. Non è quindi accettabile che privati, con atti unilaterali, vengano a privarne la collettività. L'azione di "pulizia" rende quanto accaduto ancora più grave evidenziando scarsa attenzione e tutela del patrimonio verde".

Wwf ed Arci tornano a chiedere l'attivazione di tutti gli strumenti amministrativi e politici per la tutela della costa vastese. "Ci sono precisi divieti stabiliti dalla legge, a ridosso delle aree protette della costa - spiegano -  Chiediamo che la provincia, che diventerà proprietaria delle aree di risulta con il Protocollo d'Intesa firmato con "Ferrovie dello Stato", si attivi al più presto per un censimento dei terreni che la stessa "Ferrovie dello Stato" ha dato in concessione ai privati ed attivi subito procedure per rientrarne in possesso così che questi terreni possano tornare di proprietà pubblica".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vasto: distrutta un'area verde e impedito l'accesso al mare

ChietiToday è in caricamento