menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Vasto aumentano i cittadini stranieri: +15,13% mentre nel resto d'Abruzzo calano le presenze

La provincia di Chieti, pur non essendo quella che vede la presenza più nutrita di cittadini stranieri, è invece quella in cui il numero è cresciuto maggiormente, di 389 unità, pari a un aumento dell'1,93%

Vasto è la città abruzzese che, nel corso del 2015, ha registrato il maggior incremento di cittadini stranieri residenti in città: rispetto all'anno precedente se ne sono registrati 329 in più, ossia un aumento del 15,13%. Un dato, quello emerso dalle rilevazioni del ricercatore Aldo Ronci, in controtendenza rispetto ai dati del resto d'Abruzzo, dove invece si è registrata una battuta d'arresto: gli stranieri residenti sono aumentati solo di 118 unità, lo 0,14%, da 86.245 del 2014 a 86.363 del 2015. La media nazionale si attesta invece sullo 0,23%.

La provincia di Chieti, pur non essendo quella che vede la presenza più nutrita di cittadini stranieri, è invece quella in cui il numero è cresciuto maggiormente, di 389 unità, pari a un aumento dell'1,93%. Tuttavia, con 20.584 presenze, resta sul terzo gradino, dopo L'Aquila (24.183) e Teramo (23.957) e prima di Pescara (17.639). A livello regionale, il rapporto tra stranieri e popolazione, nel 2015, è stato del 6,51%, inferiore alla media italiana dell'8,29%. 

I cinque gruppi più numerosi di stranieri sono i cittadini romeni con 27.003 (31%), gli albanesi con 12.752 (15%), i marocchini con 7.314 (8%), i macedoni con 4.874 (6%) e i cinesi con 4.263 (5%). Anche nel chietino la prevalenza è di persone di nazionalità romena (8.233), mentre spicca il numero di polacchi (709). 

Come già detto, Vasto ha registrato un aumento da record, così come San Salvo, dove si sono trasferiti 21 cittadini stranieri (+1,29%), mentre sono calate le presenze a Francavilla (32 persone in meno, - 2,04%), Lanciano  (25 persone in meno, per un calo dell'1,73%) e Ortona (16 cittadini stranieri in meno ossia una flessione dell'1,44%).

"Nel 2015 - scrive il ricercatore Ronci - il movimento migratorio estero è stato piu' basso ed ha determinato per l'Abruzzo una perdita di 5.061 abitanti e, con un incremento di solo 118 unità, una battuta d'arresto nella crescita del numero di stranieri residenti. Battuta d'arresto che non si è tramutata in una perdita solo grazie all'incremento degli stranieri registrato a Vasto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: oggi 196 nuovi positivi e 441 guariti in Abruzzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento