Cronaca Centro Storico / Corso Marrucino, 173

Vandali danneggiano sede della Protezione Civile sul corso

I due, un 23enne e un diciottenne del posto, sono stati arrestati nella notte da Polizia e Carabinieri. Poco prima avevano minacciato i titolari di un pub e danneggiato i vasi di cemento in piazza San Giustino

La nuova sede della Protezione Civile lungo Corso Marrucino questa notte (25 novembre) è stata presa di mira da due vandali del posto. I malviventi, J.G. e ODA, giovanissimi, rispettivamente 23 e 18 anni, ma già con precedenti importanti alle spalle, hanno devastato una delle sedi del Centro Servizi Volontariato di Chieti: la stanza è stata messa a soqquadro, i computer staccati e trascinati fuori. Durante la nottata diverse sono state le segnalazioni giunte al 112 e al 113. I due avevano anche creato scompiglio all'interno di un locale del centro con i loro atteggiamenti, in giro poi, avevano preso a calci una vettura e rovesciato alcuni vasi di cemento in piazza San Giustino.

Polizia di Stato e Carabinieri li hanno trovati nei pressi del pub dove poco prima avevano minacciato i titolari. I due, che durante l’identificazione non hanno risparmiato frasi oltraggiose ai militari opponendo resistenza, sono stati arrestati con l'accusa di minacce aggravate, danneggiamento aggravato con violenza e minaccia alla persona.

Nutrito il curriculum penale di questi giovani teatini: il 23enne aveva alle spalle precedenti per rapina, estorsione, rissa, porto abusivo di armi, minacce, furto aggravato e reati in materia di stupefacenti, il più giovane per rapina aggravata, danneggiamento aggravato, violenza privata, minaccia aggravata e sequestro di persona. Il primo è stato anche denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, l'altro per possesso ingiustificato di chiavi alterate.

Altri due soggetti in stato di libertà, tra i quali un minorenne, sono indagati.

Sull'assalto ai locali del Csv in corso Marrucino arrivano i primi messaggi di solidarietà. Giampiero Riccardo, Coordinatore Regionale Giovani Italia dei Valori Abruzzo ha dichiarato: "Il Centro Servizi Volontariato di Chieti è il collettore di quasi tutte le esperienze associative della città. Le tante associazioni presenti a Chieti infatti, trovano nella struttura di via dei Frentani e nel suo eccellente staff, un sostegno fondamentale in termini di opportunità da cogliere, di formazione e sopratutto umanità. Il Csv Chieti è un valore inestimabile di questa città. Per questo, se è difficile spiegare a parole cosa significa diventare volontario; molto più facile è definire chi stanotte si è reso protagonista dell'atto vandalico che ha devastato il punto Csv lungo corso Marrucino: bestia. Esprimo pertanto la mia solidarietà più totale alla Direttrice del Centro, Sandra De Thomasis e a tutti gli altri ragazzi"

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali danneggiano sede della Protezione Civile sul corso

ChietiToday è in caricamento