menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Atti vandalici all'ex ospedale militare, Perrotti: "Avviare subito i cantieri per porre fine al degrado"

Il coordinatore del Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti sollecita gli enti preposti dopo gli atti teppistici di sabato scorso

Sdegno e preoccupazione per l’inqualificabile atto teppistico messo in atto sabato scorso da giovanissimi vandali ai danni della struttura e del patrimonio librario all’ex ospedale militare. E’ quanto esprime il Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti, promotore delle iniziative per la realizzazione nello stesso complesso della Cittadella della Cultura.

“Il Comitato – dice il portavoce Giampiero Perrotti - che già nel settembre 2014, al verificarsi di episodi consimili nella zona, anche se meno devastanti, aveva sollecitato gli organi preposti ad assicurare la dovuta vigilanza per impedire il ripetersi di atti vandalici, coglie occasione da questo nuovo fatto di provocato degrado, per chiedere con risolutezza un ulteriore scatto di responsabilità da parte degli enti interessati alle nuove destinazioni dell’ex caserma.

Agenzia del Demanio per l’Archivio di Stato, Provincia-Regione per Nuova Biblioteca De Meis, Università per Polo Universitario sono quindi sollecitati ad adottare, senz’altro indugio, i passaggi tecnico-amministrativi delle corrispondenti procedure in atto e consentire, “…a memoria d’uomo”, l’apertura dei cantieri. Solo l’inizio dei lavori – chiude - potrà infatti porre termine sia al degrado, che lo stato di abbandono provoca, sia a episodi di teppismo, che l’assenza di presenze facilita”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento