menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini, l'autopsia sull'anziano di Francavilla: morto per patologie pregresse

A causare il decesso di Erminio Sangiovanni, l'uomo di 89 anni di Francavilla al mare morto quattro giorni dopo essersi vaccinato, sono state le gravi patologie pregresse. Federconsumatori e Adusbef chiedono all'Aifa di fare al più presto chiarezza

Non ci sarebbe nessun nesso tra il vaccino e la morte di Erminio Sangiovanni, l'uomo di 89 anni di Francavilla al mare morto lo scorso 29 novembre quattro giorni dopo essersi vaccinato. Secondo l'autopsia, a causare il decesso sono state le gravi patologie pregresse. L'esame è stato eseguito ieri dal medico legale Giorgio Bolino, docente all'universita' La Sapienza, su incarico del sostituto procuratore della Repubblica di Chieti Marika Ponziani.

Anche sull'altra morte sospetta nel Chietino, quella di un'anziana di Frisa deceduta 24 ore dopo il vaccino, l'esame autoptico ha rivelato problemi al cuore non direttamente correlati alla precedente somministrazione.

FARE CHIAREZZA- Sulla questione vaccini Federconsumatori e Adusbef chiedono all'Aifa e al Minsitero di fare al più presto chiarezza per evitare allarmismi. "I cittadini - si legge in una nota - si trovano in preda al caos più totale, a cui stanno facendo fronte solo i medici di famiglia. Il problema non è la consapevolezza dei cittadini sulla necessità delle vaccinazioni o la cosiddetta pandemia mediatica, non è neanche il ritiro e il divieto cautelativo di utilizzo dei due lotti di vaccini sospetti. Il vero problema è la gestione 'pasticciata' ed irresponsabile della vicenda, a partire dalle dichiarazioni ed indicazioni dell'Aifa". Il primo punto "inquietante è: perchè l'Aifa si rivolge 'ai pazienti che abbiano in casa confezioni di vaccino' a proposito dei due lotti bloccati destinati solo ad ASL e medici di famiglia? Perchè non si rivolge ai medici che conoscono il lotto dei vaccini e controllano le condizioni dei pazienti?". E ancora: "E' proprio l'Aifa a fare terrorismo mediatico quando afferma che, l'anno scorso, sono stati 8.000 i cittadini non vaccinati morti a causa dell'influenza. Ci chiediamo se l'Aifa ha un dato ufficiale imputabile alla 'influenza', alla 'sindrome influenzale' e ad 'altra' patologia grossolanamente ricondotta ad 'influenza' ".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento