menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salvi gli stipendi all'università d'Annunzio, l'ateneo si sblocca

Con l'autorizzazione del ministero, il decano Vacca ha firmato per consentire il pagamento degli stipendi di dipendenti e docenti

Una settimana dopo l'interdizione di rettore e direttore generale, si sblocca la spinosa questione degli stipendi. Fino alla tarda mattinata di oggi (martedì 21 marzo), infatti, il ministero dell'Istruzione non aveva ancora autorizzato il decano Michele Vacca a firmare per il pagamento dei compensi di dipendenti e docenti. 

Ma oggi, finalmente, l'esito positivo atteso già da ieri, con l'ufficialità dal ministero e, nel giro di poche ore, la firma del professore di Farmacia. A questo punto, le attività in ateneo possono riprendere normalmente. Giovedì (23 marzo) verrà recuperata la seduta del Senato Accademico slittata dalla scorsa settimana e lunedì si riunirà il Consiglio di amministrazione. 

Intanto, le organizzazioni sindacali continuano a preparare lo sciopero convocato per il 3 aprile, contro il provvedimento di sospensione del senatore accademico e sindacalista Goffredo De Carolis

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento