Cronaca

Università: dalla fondazione Carichieti 100mila euro per la ricerca

Dal 2014 ogni anno la fondazione destinerà fondi a progetti di ricerca dell'ateneo, valutati da una commissione tecnico-scientifica. Vanno ad aggiungersi ai 3 milioni e mezzo che l'università mette in bilancio per la ricerca

La fondazione Carichieti punta a valorizzare la ricerca dell’università D’Annunzio. Lo fa con un accordo quadro, firmato ieri mattina (lunedì 9 dicembre) dal presidente Pasquale Di Frischia e dal rettore Carmine Di Ilio, che prevede un finanziamento di circa 120mila euro l’anno per tutta la durata dell’attuale consiglio d’amministrazione, sei anni.

Non una novità, considerato che dal 1997 ad oggi la fondazione ha destinato all’università 2 milioni e 877 mila euro. Prima, però, erano i ricercatori a presentare la loro idea per chiedere fondi. Oggi quei soldi si aggiungono ai 3 milioni e mezzo che l’ateneo metterà in bilancio per la ricerca.

Una commissione tecnico-scientifica, con un componente della fondazione, valuterà quali progetti meriteranno di essere finanziati. Ai ricercatori o ai dipartimenti spetterà preparare entro il 28 febbraio di ogni anno un piano d’azione ben preciso: obiettivi dalla ricerca, durata e crono programma, attività da portare a termine e impegni delle parti. Una volta scremati i progetti meritevoli, la fondazione avrà l’ultima parola sulla finanziabilità.

Un aiuto importante in un momento economico difficile, non solo per le università, che punta sulla valorizzazione dei giovani talenti. L’erogazione di fondi ministeriali, peraltro, si basa su un meccanismo premiale, che aumenta i finanziamenti con la crescita della ricerca.

Ottenere fondi in più consente di competere con le altre università italiane e ricevere fondi sempre maggiori. L’accordo entra in vigore dal 1° gennaio 2013 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università: dalla fondazione Carichieti 100mila euro per la ricerca

ChietiToday è in caricamento