menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
i ragazzi del collettivo Iskra sotto alla sede del consiglio comunale

i ragazzi del collettivo Iskra sotto alla sede del consiglio comunale

Le Unioni Civili arrivano in Consiglio Comunale

All'ordine del giorno la mozione di Raimondi sull'istituzione di un registro comunale delle unioni civili. Spunta lo striscione del collettivo Iskra e del CSC: "C'è chi parla…non in nostro nome. Sì alle unioni civili"

Aggiornamento: la mozione pro unioni civili è stata respinta in consiglio con venti voti contrari e un astenuto.

Consiglio Comunale intenso quello in corso da questa mattina al palazzo della Provincia.

Tra i nove punti all'ordine del giorno c’è la mozione di Enrico Raimondi (L’Altra Chieti) sull'istituzione di un registro comunale delle unioni civili a Chieti, sia per coppie etero che per persone dello stesso sesso. A sostegno di un  tema che sta tenendo banco nell’agenda politica nazionale delle ultime settimane questa mattina sotto il palazzo della Provincia è comparso uno striscione dei giovanissimi del Collettivo Iskra e del Collettivo Studentesco di Chieti - CSC, che recita: “C’è chi parla…non in nostro nome. Sì alle unioni civili”. I ragazzi stanno presidiando l’area antistante il palazzo dove sono riuniti i consiglieri comunali.

Intanto il Consiglio Comunale ha già approvato all’unanimità la ratifica dell’accordo di programma finalizzato a realizzare la casa dello studente in centro storico.

Sondaggio: Unioni Civili: favorevole o contrario? CLICCA QUI
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento