Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Lanciano

Le sedi dei nuovi uffici dell'avvocatura in due appartamenti confiscati a Lanciano

Gli spazi sono stati intitolati alle avvocatesse Maria Braccioli e Miranda Gentile. La cerimonia di inaugurazione

I nuovi uffici dell'avvocatura comunale a Lanciano trovano spazio all'interno di due appartamenti confiscati alla criminalità nel 2016 dall'autorità giudiziaria e consegnati al Comune.

Ieri c'è stata la cerimonia di inaugurazione, alla presenza dell'ex procuratore di Lanciano Francesco Menditto, che in materia di reati di usura, droga ed estorsione sequestrò con la legge anti mafia beni per milioni di euro.

"Gli spazi sono stati intitolati alle avvocatesse Maria Braccioli e Miranda Gentile, due grandi donne lancianesi che hanno fatto la storia dell'avvocatura frentana, abruzzese e italiana in anni in cui la fatica di emergere con le competenze era enorme. Loro con lo studio, la professionalità e la competenza sono riuscite a sfondare quel tetto di cristallo negli anni del fascismo, vincendo diffidenze e retaggi subculturali" ha speigato il sindaco Mario Pupillo.

Alla cerimonia ha partecipato anche il questore Annino Gargano che ha rivolto un plauso particolare alle donne ed agli uomini del commissariato di Lanciano che, con le loro accurate indagini, avevano proceduto al sequestro degli immobili oggi riammessi nel tessuto sociale sano della comunità lancianese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le sedi dei nuovi uffici dell'avvocatura in due appartamenti confiscati a Lanciano

ChietiToday è in caricamento