menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uccise giovane prostituta a Francavilla, teatino a processo

La ragazza venne strangolata nella notte tra il 23 e il 24 dicembre 2011 al termine di un litigio con il giovane, che all'epoca aveva 18 anni. L'imputato è stato giudicato incapace di intendere e di volere e attualmente è ricoverato in un ospedale psichiatrico giudiziario

Il giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Chieti ha fissato al 16 aprile la discussione del processo con rito abbreviato nei confronti di Luca D'Alessandro, il giovane accusato di aver ucciso Elena Silvia Manastireanu, escort ventenne romena. La ragazza venne strangolata nella notte tra il 23  e il 24 dicembre 2011 al termine di un litigio con il giovane, all'epoca 18 anni, in un appartamento in via Monte Sirente a Francavilla.

Sulle cause non ci fu mai certezza: si pensò che il giovane, dopo aver consumato un rapporto sessuale, volesse trattenersi ancora in compagnia della ragazza e al suo rifiuto la situazione degenerò.

D'Alessandro è stato giudicato dal gup totalmente incapace di intendere e di volere al momento dell'omicidio, come recita la perizia redatta dallo psichiatra Raffaele De Leonardis, sentito ieri in aula.

Il ragazzo, residente a Chieti, soffre di una grave patologia psichiatrica ed è ricoverato nell'ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa.

Due zie della vittima si sono costituite parte civile.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: oggi 196 nuovi positivi e 441 guariti in Abruzzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento