Uccellagione sulla costa ortonese, Forestale denuncia un bracconiere

L'uomo richiamava varie specie di uccelli utilizzando sementi a terra e richiami vivi costituiti da cardellini, tenuti in piccole gabbie o legati. I mezzi di cattura e gli animali sono stati sottoposti a sequestro

A Tollo stazione un uomo è stato denunciato dalla Forestale per maltrattamento animali e violazioni alla legge sulla caccia, sequestrati gli illeciti strumenti di cattura.  

Il Comando Stazione di Ortona è intervenuto a seguito di segnalazione da parte di un cittadino al 1515 (numero di emergenza ambientale): il bracconiere era nascosto in un punto poco visibile e richiamava varie specie di uccelli utilizzando sementi a terra e, in violazione alla legge sulla caccia, richiami vivi costituiti da cardellini, tenuti in piccole gabbie o legati.

“Gli ignari piccoli volatili finivano così in una rete nascosta nella vegetazione” si legge in una nota firmata dalla Comandante Provinciale del CFS di Chieti, Livia Mattei. “Si tratta della crudele, oltre che vietata, pratica dell’uccellagione, che consiste – prosegue - nell’utilizzo di mezzi per catturare volatili vivi: molti dei selvatici, imprigionati in reti a scatto e riposti in gabbie anguste, muoiono dopo poche ore dalla traumatica cattura; la gran parte dei sopravvissuti ha comunque un’aspettativa di vita breve, da uno a due mesi al massimo. In poco tempo, il bracconiere era riuscito a catturare ben 20 esemplari, quali cardellini e verdoni, avifauna protetta, tra l’altro, dalla Convenzione di Berna”.

Il responsabile, residente a Francavilla e di origini napoletane, è stato deferito all’autorità giudiziaria, mentre i mezzi di cattura e gli animali sono stati sottoposti a sequestro penale. Dopo aver verificato l’idoneità al volo, i forestali hanno immediatamente rimesso in libertà gli uccelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento