Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Ortona

Le ali di Simmy: la prima imbarcazione accessibile sulla Costa dei Trabocchi

Presentata a Ortona la prima imbarcazione priva di barriere architettoniche per consentire a tutti di visitare la costa dei teatina via mare

Il turismo di qualità risponde alle richieste dei diversamente abili e diventa accessibile a tutti.

Con questo scopo nasce “Le ali di Simmy”: la prima imbarcazione senza barriere architettoniche che permetterà a tutti di visitare la Costa dei Trabocchi via mare.

Il progetto è stato presentato questa mattina al Porto di Ortona da Giancarlo Di Salvatore, segretario dell’Asd Costa dei Trabocchi e Patrizia De Virgiliis, direttore tecnico.

Il natante da 14 posti sarà capace di accogliere a bordo famiglie con passeggini, donne in stato di gravidanza, disabili, persone anziane e tutti quelli che, per i più svariati motivi, hanno problemi di deambulazione.

Un nome, le ali di Simmy, non casuale ma dedicato alla presidente dell’associazione Diritti Diretti Onlus, Simona Petaccia, che da anni si batte affinchè si capisca l’importanza etica ed economica del “Turismo per tutti” in Abruzzo.

"Abbiamo deciso di investire risorse finanziare e umane in questo settore – ha spiegato Di Salvatore – perché è stato il viaggiatore a chiedercelo. La Regione Abruzzo sta puntando molto nel turismo, ma ancora oggi troppo spesso le richieste di chi ha problemi motori non possono essere soddisfatte da risorse adeguate. Noi, invece, abbiamo deciso di ascoltare queste istanze assordanti: in Europa si stimano 260 milioni di persone, per un indotto di 166 miliardi di euro".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le ali di Simmy: la prima imbarcazione accessibile sulla Costa dei Trabocchi

ChietiToday è in caricamento