menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Doveva aprire per Pasqua 2017, ma il tunnel di largo Barbella resta ancora immobile

La denuncia del consigliere Pd Marzoli che a settembre presentò un'interrogazione in consiglio comunale, a cui l'assessore Di Felice rispose con una data precisa. Che però è stata disattesa

“Pasqua 2017 è arrivata, ma il tunnel di largo Barbella è ancora inutilizzato. Anche se l’assessore Di Felice, in consiglio comunale, aveva annunciato altro”. La denuncia arriva dal consigliere del Pd Alessandro Marzoli, che questa mattina (mercoledì 12 aprile) ha convocato la stampa di fronte una delle incompiute più ingombranti della città di Chieti. 

Intorno, il consueto scenario mattutino: caos della viabilità, auto parcheggiate in doppia fila o a intralciare il passaggio dei veicoli e dei pedoni. Finalmente, il cantiere quasi decennale è stato messo in sicurezza, con nuove protezioni a tutela di chi vi passa accanto. Ma l’ascensore che avrebbe dovuto collegare il Colle al terminal bus, liberando il centro storico dai gas di scarico, è ancora immobile

“Il 26 settembre 2016 - ricorda Marzoli - in consiglio comunale venne discussa l’interrogazione che avevo presentato. E l’assessore ai Lavori pubblici, dopo aver ripercorso le varie tappe dell’opera (iniziata all’epoca dell’amministrazione di centrosinistra guidata da Francesco Ricci, con Luigi Febo assessore ai Lavori pubblici, ndc), ha assicurato di star facendo il possibile per aprirla. A mia domanda precisa, rispose che sarebbe stata pronta per Pasqua 2017”. Eppure, a pochi giorni dalla ricorrenza religiosa, alla vigilia dell’appuntamento più importante dell’anno a Chieti, la processione del Venerdì Santo, il cantiere resta tale. Un anno fa, Di Felice nel presentare il programma triennale delle opere pubbliche aveva confermato che il tunnel pedonale di largo Barbella fosse tra le priorità per l'amministrazione, annunciando addirittura che sarebbe stato pronto entro la fine del 2016.

“Dopo 2 milioni e mezzo di investimenti - incalza Marzoli - è arrivato il momento di aprire il tunnel che permette di arrivare in pochissimi minuti in centro città, e far funzionare un’opera importantissima per l’economia e il centro della città”. 

“Quest’opera è il manifesto della poca attenzione verso l’idea di città. Venne concepita per creare uno snellimento della viabilità urbana, per migliorare la qualità dell’aria. Eppure, più passa il tempo più si continuano e si continueranno a spendere soldi per una struttura immobile da 10 anni. Che vocazione diamo a questa città, se non consentiamo alle persone di raggiungere il centro e non invogliamo i commercianti a investirci?”. 

Marzoli ha ricordato anche che il sindaco Di Primio, nel corso di un incontro con le associazioni di categoria, in piazza, prese a sua volta l’impegno di aprire il collegamento rapido tra il centro e la prima periferia. “Il presidente della Camera di commercio - rievoca - si era messo a disposizione per aiutare qualora servisse qualcosa per favorire la riapertura”. Dopo un decennio, però, il Colle teatino continua a subire gli stessi identici problemi e il tunnel di largo Barbella resta un’incompiuta.

VIDEO - Il tunnel pedonale incompiuto: cosa ne pensano i teatini?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento