rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Ari

Truffe telefoniche di finti operatori postali o bancari: casi segnalati ad Ari

I truffatori chiamano al telefono le vittime designate, spesso anziani soli, per carpire informazioni e svuotare i conti. Il sindaco Salerno: "Mai dare informazioni di questo tipo"

Si fingono impiegati postali o bancari e chiedono per telefono informazioni su carte di credito e conti correnti. A finire vittime di queste truffe, spesso (ma non solo), sono persone anziane che vivono sole, e di cui gente senza scrupoli si approfitta.

Dopo le truffe del finto nipote e del pacco, arriva quella dei finti impiegati di Poste e banche. L'allarme, in questi giorni, arriva dal Comune di Ari, come spiega il sindaco Marcello Salerno in un messaggio ai residenti: “Alcune famiglie mi segnalano di aver ricevuto telefonate da parte di persone che, spacciandosi per impiegati postali o bancari, chiedevano il numero di conto corrente, il numero di carta di credito o il pin con la scusa di dover attivare nuovi servizi”.

Con questi dati sensibili i truffatori riescono ad ottenere, in alcuni casi, credenziali di accesso e altre informazioni sensibili per portare a compimento il raggiro. La vittima si ritrova, invece, il conto svuotato.

“Raccomando a tutti i cittadini di non fornire mai informazioni di questo tipo – sottolinea il primo cittadino - Nessuna banca o nessun ufficio postale chiede informazioni telefoniche. Si tratta di truffe. In caso di dubbi chiamate direttamente voi alla vostra banca o all’ufficio postale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe telefoniche di finti operatori postali o bancari: casi segnalati ad Ari

ChietiToday è in caricamento