menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Rubano dalle cassette della posta gli estratti conto": appello del sindaco contro le truffe

Il Comune e i carabinieri di San Giovanni Teatino mettono in guardia i cittadini dopo gli episodi verificatisi in diversi comuni del chietino

Il sindaco di San Giovani Teatino, Luciano Marinucci, su segnalazione e richiesta del luogotenente Luigi Sicignano, comandante della locale stazione Carabinieri, avverte la cittadinanza di prestare la  
massima attenzione per prevenire quella che viene definita la "nuova  frontiera delle truffe" sul territorio. Alcuni episodi, purtroppo, si  sono già verificati in zone limitrofe.

Questo il modus operando dei malfattori: rubano dalle cassette della posta lettere contenenti gli  estratti conto di banche e Poste Italiane, per conoscere i dati  anagrafica e la consistenza economica della potenziale vittima, quasi  sempre anziana. Poi, presentandosi come dipendenti dell'istituto di credito, contattano  telefonicamente il malcapitato o la malcapitata e utilizzano le  informazioni "rubate" per ottenerne la fiducia. Infine, con uno stratagemma, ad esempio "il suo conto è bloccato e mi serve il pin per  riattivarlo", acquisiscono quelle informazioni e codici riservati per eseguire prelievi fraudolenti, fino a ripulire il conto corrente della vittima.

"Quella dei tentativi di truffa agli anziani è una vera e propria emergenza - spiega il sindaco Luciano Marinucci - e i tentativi di  frode sono sempre più sofisticati e numerosi. Diffidate sempre di chi  
vi contatta chiedendovi dati personali o PIN. In caso di dubbio,  contattate immediatamente le Forze dell’Ordine".

I carabinieri invitano la cittadinanza a non fornire alcuna informazione telefonicamente e segnalare gli episodi alle Forze  dell'Ordine chiamando il 112.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento