rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Lanciano

Lanciano, truffe ecoincentivi auto: aperto il processo

La maxi operazione della stradale di Lanciano nel luglio 2010 portò all'arresto di sei persone. Oltre cento le parti lese: la truffa si sarebbe consumata intestando a ignari acquirenti vecchie auto per recuperare contributi statali

Aperto a Lanciano il processo per una truffa sugli ecoincentivi per le auto nei confronti di Stato e Fiat, entrambi parti civili.

La maxi operazione della stradale di Lanciano nel luglio 2010 portò all'arresto di sei persone: il titolare di una concessionaria di Rocca San Giovanni e cinque dipendenti; 17 furono indagati.

La presunta truffa da 800 mila euro riguardava  gli ecoincentivi di rottamazione, per un totale di 350 auto. Sarebbero oltre cento le parti lese.

Per l'accusa la truffa si sarebbe consumata intestando a ignari acquirenti vecchie auto di proprietà della concessionaria per recuperare contributi statali.

Le udienze del tribunale collegiale sono fissate, per ora, all'11 giugno e al 9 luglio. Nuove udienze saranno fissate successivamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano, truffe ecoincentivi auto: aperto il processo

ChietiToday è in caricamento