menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si finge operatore Asl all'inizio dell'emergenza coronavirus e ruba in casa di un'anziana: arrestato

In carcere un 27enne vastese, responsabile di più reati contro il patrimonio: i fatti ad Atri lo scorso marzo. Sottratti monili in oro del valore di 2500 euro

Si era finto operatore sanitario all'inizio dell'emergenza coronavirus per intrufolarsi, con una scusa, in casa di una signora anziana al fine di derubarla.

I fatti risalgono allo scorso 4 marzo quando, unitamente ad una complice, in corso di identificazione, un 27enne vastese si introduceva nell’abitazione di un'anziana di Atri, portando via vari monili in oro per circa 2500 euro dopo aver rovistati nei cassetti e negli armadi delle camere da letto, mentre uno dei due tratteneva la padrona di casa in cucina.

Il sopralluogo della Volante e della polizia scientifica, allertati dal figlio della vittima, hanno permesso di rilevare elementi utili.

Così oggi gli agenti del commissariato di Atri, in collaborazione con i colleghi del commissariato di Vasto, hanno proceduto ad arrestare B.S. per il reato di furto in abitazione, aggravato dall’età della vittima.

Il giovane è stato associato alla casa circondariale di Vasto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Attualità

“Mio padre chiamato per il vaccino un mese dopo il decesso”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento