Svuota il conto di un anziano: dipendente delle Poste a processo

Dipendente delle poste di Lanciano rinviata a giudizio con l'accusa di truffa aggravata: si sarebbe appropriata di 54 mila euro di un anziano

Una giovane dipendente delle Poste centrali di Lanciano è stata rinviata a giudizio con l'accusa di truffa aggravata nei confronti di un anziano. 

La donna, incaricata al settore investimenti, secondo l'accusa si sarebbe appropriata della somma di 54 mila euro di un ultraottantenne di cui era consulente, nel corso di tre operazioni effettuate nel mese di marzo 2018. Dopo la denuncia è stata prima trasferita in un'altra sede e poi licenziata.

Il processo è stato fissato al prossimo 3 dicembre. Poste Italiane si é costituita parte civile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo l'avvocato difensore dell'imputata, Alessandro Troilo: "L'assistita non ha mai truffato nessuno perché non poteva consegnare soldi in base alla sua mansione. Durante l'indagine non sono mai stati sentiti colleghi e funzionari dell'ufficio postale per capire chi materialmente ha movimentato la somma. Il caso verrà chiarito in aula".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dolore e sgomento per la morte di Ottavio De Fazio, il motociclista caduto durante un'uscita

  • Impiegata positiva al Covid-19, chiude ufficio postale di Francavilla al Mare

  • Schianto mortale lungo la Tiburtina: motociclista di Chieti perde la vita

  • I benefici del fitwalking, la camminata veloce che fa perdere peso

  • SpaceX sui cieli di Chieti: emozione per il lancio della navicella nello spazio

  • Ex carabiniere ucciso con tre colpi di pistola: caccia all'assassino e al complice che l'ha aiutato a fuggire

Torna su
ChietiToday è in caricamento