rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Maxi truffa ai tempi del 'caro carburante': Iva evasa per 45 milioni di euro, 172 denunce

La guardia di finanza di Pescara ha scoperto una truffa sul gasolio da oltre 200 milioni di euro. Il sequestro preventivo disposto dalla procura di Lanciano

Vendono in tutta Italia e “sottobanco” carburante importato a prezzi agevolati senza assolvere l’Iva. La maxi-truffa scoperta dalla guardia di finanza di Pescara ai tempi del boom dei rincari ha riguardato l’intera penisola dove sono partite 172 denunce per i reati tributari di emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, oltre che per riciclaggio, auto riciclaggio e bancarotta fraudolenta. Sono 45 i milioni di euro di Iva evasa, per un imponibile di oltre 207 milioni di euro. 

La procura della Repubblica di Lanciano, assieme a quella di Velletri, ha disposto il sequestro preventivo finalizzato alla confisca anche per equivalente di quasi 8 milioni di euro.  

L’operazione ‘Oro nero’, come riporta IlPescara, aveva al vertice i fornitori nazionali e comunitari di petrolio da cui le società “cartiere” compravano il carburante senza l'applicazione dell'iva per poi rivenderlo a prezzi stracciati alle cosiddette “pompe bianche”,sempre senza applicare la tassa dovuta.

Gli indagati viaggiano con un’autocisterna colma di carburante procacciato a prezzo agevolato e venduto ai distributori stradali a meno della metà del costo medio del gasolio, che però poi finiva nelle vetture dei consumatori finali a prezzi stellari. Per farlo gli indagati si avvalevano di fatture false con cui simulare un allineamento dei prezzi di vendita a quelli di mercato. La finta differenza pagata in più veniva poi di fatto restituita in contanti, aggirando così la normativa fiscale, a danno dell’erario. Risultato? Un bottino immenso, equamente spartito tra i protagonisti della maxi truffa scoperta oggi dalle fiamme gialle.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi truffa ai tempi del 'caro carburante': Iva evasa per 45 milioni di euro, 172 denunce

ChietiToday è in caricamento