menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ennesima truffa a un'anziana: si finge il nipote per rubarle 2.800 euro

Un giovane 20enne di Napoli è stato denunciato a piede libero. Non è escluso che ci siano stati altri casi come quello denunciato dalla 70enne teatina

Ennesima truffa ai danni di un'anziana, da parte di un malintezionato che ha usato il classico trucco di spacciarsi per un nipote, articolando però un meccanismo complesso, che ha portato la donna a sborsare 2.800 euro. Fortunatamente, il truffatore è stato scoperto: si tratta di un 20enne di Napoli, già noto alle forze dell'ordine per casi simili nelle province di Chieti e Pescara, che è stato denunciato dai carabinieri della stazione di Chieti per truffa. 

La vittima è una donna di 70 anni, residente a Chieti, che un giorno ha ricevuto una telefonata dal giovane, il quale le ha raccontato di essere suo nipote, e l'ha pregata di prelevare la somma di denaro per anticipare il pagamento di un pacco che sarebbe arrivato di lì a poco a casa sua. La stessa voce l'aveva rassicurata sul fatto che, primo pomeriggio, la madre sarebbe passata a trovarla per restituirle i soldi. 

L'anziana ha creduto alla storia che le è stata raccontata. Ha prelevato la somma di 2.800 euro come le aveva chiesto il fantomatico nipote e, quando è arrivato il presunto corriere - che però si è presentato senza divisa - gli ha consegnato il denaro. Intanto, per avere un'ulteriore rassicurazione, la donna ha cercato di contattare la madre del nipote, che era rimasta a sua volta invischiata nella truffa, suo malgrado. La signora, infatti, aveva ricevuto la telefonata di un presunto appartenente alle forze dell'ordine, che le aveva chiesto di tenere spento il telefonino, per controlli. 

Insomma, uno scherma architettato alla perfezione, in modo che la vittima non potesse contattare nessuno dei protagonisti coinvolti. Nel pacco, infatti, c'erano due confezioni di sale grosso da cucina. 

A fine agosto, la signora ha denunciato tutto ai carabinieri, che hanno avviato le indagini, cercando un ragazzo giovane e di bell'aspetto, che aveva già messo a segno diverse truffe dello stesso genere. Alla fine, sono risaliti al ragazzo napoletano e lo hanno denunciato a piede libero. 

Non è escluso che ci siano state altre vittime, che i carabinieri invitano a denunciare quanto hanno subito.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento