rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Lanciano

Trovata morta in casa a Lanciano: giovedì l'autopsia su Annamaria

L'esame medico si svolgerà a Fermo poiché la salma è risultata positiva al Covid. Per il misterioso decesso è indagato a piede libero il marito

È stata fissata a giovedì 21 luglio, alle ore 10, l'autopsia sulla salma di Annamaria D'Eliseo, la collaboratrice scolastica di Lanciano, 60 anni, trovata morta venerdì scorso nel garage-cantina esterno alla villa di famiglia in contrada Iconicella, a Lanciano.

L'accertamento tecnico irripetibile sarà effettuato all'ospedale di Fermo dal medico legale Cristian D'Ovidio dell'università di Chieti, consulente della Procura di Lanciano. La salma, infatti, è risultata positiva al tampone Covid, per cui l'esame dovrà svolgersi in una struttura adeguata.

Per il misterioso decesso della donna, trovata morta con un cavo elettrico intorno al collo, è indagato per omicidio volontario il marito 70enne, vigile del fuoco in pensione e imprenditore agricolo. Dall'esito dell'autopsia si attendono risposte certe su quello che è accaduto venerdì nella villetta, per capire se quello di Annamaria D'Eliseo è stato un gesto autolesionistico estremo oppure se la donna è stata vittima di uxoricidio.

Per l'indagato, difeso dall'avvocato Claudio Nardone, è stato scelto come consulente di parte il dottor Riccardo Di Tanna, di Vasto, mentre i cinque figli della coppia, patrocinati dall'avvocato Elisabetta Merlino, hanno scelto il medico legale Ildo Polidoro, di Pescara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovata morta in casa a Lanciano: giovedì l'autopsia su Annamaria

ChietiToday è in caricamento