rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca Francavilla al Mare

Trivelle: il Comune di Francavilla dice no a Elsa

Dopo Ombrina, il Comune contrario a Elsa, il progetto della Petrolceltic che prevede la realizzazione di un pozzo esplorativo a circa 7 chilometri dalla costa

Il Comune di Francavilla dice no a Elsa: il progetto della Petrolceltic che prevede la realizzazione di un pozzo esplorativo a circa 7 chilometri dalla costa tra Francavilla e Ortona. “In continuità con la nostra ferma e decisa opposizione ad ‘Ombrina Mare 2’, contro la quale abbiamo approvato anche un documento in Consiglio Comunale, oltre al parere negativo espresso, insieme a tutti i Comuni costieri abruzzesi, in Commissione parlamentare a Roma – dichiara il sindaco, Antonio Luciani –, ci contrapporremo con tutte le nostre forze anche a questo ennesimo ‘ufo’ che minaccia il nostro ecosistema e tutta l’economia del litorale abruzzese, basata essenzialmente su ricettività turistica, sostenibilità ambientale e sviluppo dell’enogastronomia tipica della nostra Regione”.
 

Il neo assessore comunale all’Ambiente, Gianluca Bellomo, docente di Diritto pubblico dell’ambiente all’Università d’Annunzio, insieme agli uffici dell’ Ente staà preparando le proprie osservazioni da presentare entro il 28 settembre per la procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (Via) nei confronti del Progetto Elsa. “La nostra costa – dichiara Bellomo – non sarà assolutamente trasformata in distretto minerario. D’altronde, la nostra azione amministrativa va in tutt’altra direzione rispetto a quanto prospettato dalla Petrolceltic, la Società che vorrebbe realizzare questo mostro dalle conseguenze assolutamente negative per la nostra Regione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trivelle: il Comune di Francavilla dice no a Elsa

ChietiToday è in caricamento