menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trivelle, la Croazia sospende i progetti: "Dovrebbe pensarci anche l'Italia"

Al convegno sulla Macroregione Adriatico-Ionica a Ortona, sulla Fregata Maestrale, il delegato dell'Ambasciata di Croazia in Italia ha spiegato che il Paese ha sospeso i progetti per le piattaforme a favore del turismo

"La Croazia per salvaguardare le sue coste ha sospeso i progetti per le piattaforme per la ricerca del petrolio nel mare Adriatico e penso che dovrete anche voi in Italia e sull'altra sponda del nostro mare prendere in considerazione questa eventualità. Questo è un grande pericolo per il mare adriatico". Lo ha detto il delegato dell'Ambasciata di Croazia in Italia Ilija Zelalic al convegno “Il cammino della Macroregione Adriatico-Ionica” sulla Fregata Maestrale a Ortona. Convegno al quale c’erano anche il presidente Regione Abruzzo 'Alfonso, il presidente Regione Marche Ceriscioli e il presidente Autorità Portuale di Civitavecchia Pasqualino Monti.

"La risorsa del turismo - ha aggiunto il delegato dell'Ambasciata di Croazia in Italia  - è una risorsa più importante da sviluppare per i Paesi che si affacciano in questo mare. Il petrolio esiste in altri posti. Noi stiamo lavorando per costruire un porto a Fiume per lo sviluppo del 'natural gas' e lo sfruttamento dell'energia verde".

Proprio in questi giorni a Spalato, associazioni e movimenti dei paesi adriatici si sono incontrati per dare vita ad una piattaforma comune per difendere l’Adriatico dai petrolieri. Presente anche una delegazione del coordinamento no Ombrina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento