Cronaca Lanciano

Sevel: il tribunale di Lanciano reintegra la Fiom

Il giudice del lavoro ha dichiarato illegittima la condotta antisindacale del gruppo, responsabile di aver negato l'efficacia delle nomine dei dirigenti della rappresentanza sindacale Fiom-Cgil

Il tribunale del lavoro di Lanciano ha dichiarato il comportamento della Sevel di Atessa e dell'intero gruppo Fiat antisindacale. L'azienda aveva negato l'efficacia e la legittimità delle nomine dei dirigenti della rappresentanza sindacale aziendale della Fiom - Cgil e tutte le conseguenti prerogative sindacali derivanti da tali nomine.

E' stato il giudice Flavia Grilli a intimare alla Sevel di consentire la nomina della rsa Fiom e di riconoscere e garantire alla medesima l'esercizio di tutti i diritti previsti dal Titolo III dello Statuto dei Lavoratori. Il giudice ha quindi ordinato l'affissione del decreto, a cura della Sevel, nei locali dell'azienda per un periodo di 20 giorni.

Soddisfatto il segretario provinciale di Chieti della Fiom Marco Di Rocco, che aveva avanzato il ricorso: "Rientriamo dalla porta principale - commenta - nei prossimi giorni nomineremo di nuovo i nostri 17 rappresentanti già proposti lo scorso gennaio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sevel: il tribunale di Lanciano reintegra la Fiom

ChietiToday è in caricamento