Cronaca

Trasporto malati affidato alla Croce Rossa: Anpas si oppone

Il comitato regionale Abruzzo dell’Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze si oppone alla decisione dell'Azienda di affidare i servizi a un unico soggetto

Una delibera della Asl di Chieti ha affidato alla Croce Rossa il trasporto dei malati della provincia escludendo di fatto le altre associazioni di volontariato.

Il comitato regionale Abruzzo dell’Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze interviene sulla decisione dell'Azienda per opporsi.
"La decisione della Asl - si legge in una nota dell'associazione inviata dall'Aquila- , ha cancellato un rapporto positivamente costruito in anni di fattiva collaborazione con tutte le associazioni e pubbliche assistenze presenti e attive sul territorio provinciale, e con lo stesso coordinamento Zonale di Anpas, attraverso lo strumento giuridico della convenzione".

Per quest'ultima, tale provvedimento svuota di senso la privatizzazione della Croce Rossa Italiana "entrata in piena operatività il giorno successivo la firma della delibera, che dovrebbe uniformare l’ente a tutte le altre organizzazioni di volontariato del soccorso sanitario ma - spiegano -  alla luce dei fatti, non lo fa, ponendo l’ente in una posizione privilegiata rispetto alle altre organizzazioni".

"Non sono spiegabili, né condivisibili - conclude la nota -  le modalità adottate dalla Asl di Chieti nell’escludere Anpas e altre associazioni dal rapporto di collaborazione. Questi non sono altro che indicatori concreti di una errata concezione dei rapporti con il volontariato e che non tiene conto della lunga e qualificata collaborazione per lo sviluppo del welfare, quotidianamente costruita in una rete densa di servizi, presidi, presenze e prossimità assicurata dai nostri volontari".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto malati affidato alla Croce Rossa: Anpas si oppone

ChietiToday è in caricamento