Sequestrate 5.500 mascherine chirurgiche prive di certificazioni

Denunciato il titolare di un esercizio commerciale in provincia: è stato fermato dai finanzieri lungo la SS85 Venafrana a bordo di un furgone proveniente da Napoli

La Guardia di Finanza di Isernia ha sequestrato 5500 mascherine irregolari e denunciato un esercente della provincia di Chieti.

L’uomo è stato fermato dal personale del Nucleo Polizia Economico-Finanziaria di Isernia lungo la SS85 Venafrana a bordo di un furgone proveniente da Napoli. Nel corso del controllo dell'automezzo sono stati rinvenuti dei colli di cartone contenenti mascherine di tipo chirurgico, risultate non regolari in quanto prive dei prescritti requisiti di sicurezza, ovvero delle certificazioni dell'Istituto Superiore di Sanità o dell'Inail e recanti un falso marchio "CE".

L’autista, titolare di un esercizio commerciale della provincia di Chieti, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Isernia per contraffazione e frode nell'esercizio del commercio e tutte le mascherine sono state sequestrate.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • "Ti pago 100 euro al mese se mi racconti tutto quello che fa il mio ex”: denunciata

Torna su
ChietiToday è in caricamento