Cronaca

Trapiantata di fegato e reni chiama in ospedale per una visita: le danno appuntamento tra un anno

Lo spiacevole episodio alla presidente Aido Stefania Fasciani, che punta il dito contro la sanità regionale per i ritardi e la tutela assente verso le categorie più deboli

Un anno esatto di tempo per poter fare una visita dermatologica in ospedale. L’ennesimo caso di liste d’attesa infinite è toccato questa volta a Stefania Fasciani, presidente dell’Aido Chieti, che ha deciso di rendere nota la vicenda per denunciare i ritardi e il malfunzionamento della sanità regionale. 

L’episodio risale a questa mattina quando la presidente Aido ha chiamato il Cup della Asl Lanciano-Vasto-Chieti per prenotare una visita dermatologica obbligatoria, visto il suo status di trapiantata. Dal 2009, infatti, giorno in cui le sono stati impiantati fegato e reni di un donatore, deve seguire una terapia immunosoppressiva, che ovviamente richiede controlli specifici e regolari. 

Ma quando ha cercato di prenotare la visita al centralino, munita di impegnativa del medico curante, le è stato detto che il primo appuntamento utile è fra un anno esatto, il 18 luglio 2018, al policlinico Santissima Annunziata. L’alternativa, per poter ottenere più rapidamente una visita, è uno dei distretti sanitari della provincia di Chieti. 

Per la presidente Aido, far attendere tanto per una visita specialistica, in particolare per una categoria a rischio come la sua, è insopportabile. E, in particolare, lamenta che, nel sistema informatico del Cup, non sia prevista una priorità a pazienti trapiantati di organi, già seguiti dalla stessa Asl, che hanno necessità di effettuare i controlli in tempi più rapidi e ravvicinati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trapiantata di fegato e reni chiama in ospedale per una visita: le danno appuntamento tra un anno

ChietiToday è in caricamento