menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trans aggredita dopo il festino, dentista condannato a due anni e 8 mesi

Il fatto si verificò a febbraio del 2018, al termine di un festino a base di sesso e cocaina avvenuto in un appartamento di Chieti Scalo

Due anni e otto mesi di reclusione: è la condanna inflitta dal giudice del tribunale di Chieti a Ottavio Esposito, il dentista 30enne di Casalincontrada che lo scorso 4 febbraio aveva accoltellato Silvana Valencia Villanueva, al termine un festino a base di sesso e cocaina avvenuto in un appartamento di Chieti Scalo.

Il giudice in sentenza ha riqualificato l'imputazione di tentato omicidio in quella di lesioni aggravate ai danni della transessuale. Al 30enne veniva contestata anche la cessione di cocaina, fatto che è stato inquadrato nell'ipotesi della lieve entità.

Assolta, invece, perché il fatto non sussiste, Roberta Carnassale, 38 anni di Chieti, alla quale veniva contestato l'acquisto di cocaina.

Il processo si è svolto con il rito abbreviato: per Esposito il pm Marika Ponziani aveva chiesto la condanna a otto anni più la diminuente del rito.

La difesa di Esposito, affidata agli avvocati Giuliano Milia, Antonello D'Aloisio e Cristiano Sicari, ha respinto fin dalla fase delle indagini l'ipotesi del tentato omicidio sostenendo che quella notte scoppiò un diverbio per questioni di soldi, un litigio sfociato in una colluttazione durante la quale venne utilizzato un coccio di bottiglia; la trans riportò una ferita sotto il collo.

Ferita che secondo la perizia disposta dal giudice fu provocata dall'uso di arma da taglio atipica, a minima penetrazione; mentre secondo l'accusa si trattò di una coltellata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento