rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca San Salvo

Traffico eroina e cocaina nell'Alto Vastese: arresti, un 'business' da 10 mila euro

Una donna e tre uomini arrestati dai carabinieri per traffico di stupefacenti. Gli affari venivano gestiti prevalentemente a San Salvo con la droga smerciata poi a Furci, Gissi, San Buono e Roccaspinalveti

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Vasto hanno disarticolato una organizzazione criminale dedita al traffico di cocaina ed eroina con base a San Salvo e operante in tutto l’hinterland vastese. La stessa veniva rifornita da una famiglia di San Severo. In manette sono finiti ieri mattina, su richiesta  del procuratore della Repubblica di Vasto una 54enne di San Severo (A.D.F.), un 34enne di San Salvo (C. A.) e altri due 34enni di Furci (C. N.) e (C.D.).

Sette le perquisizioni personali e locali nel corso delle quali i militari hanno sequestrato  dieci “dosi” di tipo eroina, bilancini di precisione, materiale riconducibile al confezionamento delle “dosi” e varia documentazione cartacea dalla quale si evincevano chiaramente somme di denaro e nomi di personaggi che dovevano ancora saldare le partite di stupefacenti già acquisite.

Secondo quanto accertato dai carabinieri, il gruppetto smerciava settimanalmente circa un etto di sostanza stupefacente che, una volta immessa sul mercato, fruttava un guadagno di circa 10 mila euro mensili.

Gli affari venivano gestiti prevalentemente a San Salvo da C.A., che invece affidava la gestione di alcune “piazze” dell’alto vastese, come Furci, Gissi, San Buono e Roccaspinalveti agli altri due coetanei.

Le investigazioni, supportate anche da intercettazioni telefoniche sugli indagati, hanno permesso di accertare l’utilizzo di schede telefoniche “dedicate” intestate a persone decedute proprio per cercare di rendere più difficoltosa la loro identificazione. Ricorrente anche l’uso di linguaggi criptici e di pseudonimi, per far riferimento al quantitativo o alla tipologia di sostanza stupefacente: la cocaina, ad esempio, veniva indicata con l’espressione: “vernice bianca”, mentre l’eroina con “tinta nera”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico eroina e cocaina nell'Alto Vastese: arresti, un 'business' da 10 mila euro

ChietiToday è in caricamento