Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Tradizioni abruzzesi: a Villamagna c'è il miracolo di Santa Margherita

Chi era Santa Margherita e cosa c'entra con Villamagna, piccolo paese della Provincia di Chieti, che ogni mese di luglio, da quattro secoli, ne celebra il miracolo? Chi è del posto certamente conosce questa storia celebrata da centinaia di anni, per tutti gli altri, ecco di che si tratta

Chi era Santa Margherita e cosa c’entra con Villamagna, piccolo paese della Provincia di Chieti, che ogni mese di luglio, da quattro secoli, ne celebra il miracolo? Chi è del posto certamente conosce questa storia celebrata da centinaia di anni, per tutti gli altri, ecco di che si tratta. 

La vicenda rievocata tuttora a Villamagna risale all’inizio dell’ottavo secolo, quando le incursioni di Turchi e Saraceni mettevano in pericoli i cristiani anche nelle zone interne. I predoni, infatti, risalivano i fiumi per arrivare anche nei villaggi più lontani dalle coste. 

Ed è proprio così, attraverso il fiume Foro, che raggiunsero Villamagna e stavano per assediare il paese, ma furono fermati dalla patrona Santa Margherita. 

Secondo la storia raccontata ancora oggi i Saraceni, capeggiati da Pialy Pascià, firmarono un armistizio con il duca di Calabria e cercarono fortuna più a nord, prima verso le isole Tremiti, poi verso le coste abruzzesi, che saccheggiarono, e infine verso l’interno, ma non ebbero gioco facile a Villamagna, grazie all’intervento della Santa Patrona. 

E ogni 13 luglio i cittadini del paese mettono in scena l’aneddoto, dopo le cerimonie religiose e la processione. Un gruppo di giovani vestiti alla turca e armati mimano un’incursione, mentre un altro gruppo di ragazzi, vestiti da soldati, si trova davanti una ragazza che li prega di fermarsi. I Saraceni proseguono nel loro intento, ma la giovane misteriosa ritorna e, poiché questi non desistono, mette davanti al loro cammino una trave incandescente che blocca il loro cammino. Solo a questo punto desistono. 

Così, nella rappresentazione odierna i saraceni entrano a Villamagna da amici e il capitano dona il suo pennacchio alla statua di Santa Margherita, in cui riconosce la giovane che li aveva fermati poco prima. Infine, gli stranieri si convertono. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tradizioni abruzzesi: a Villamagna c'è il miracolo di Santa Margherita

ChietiToday è in caricamento