menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricette tradizionali d'Abruzzo, il liquore di genziana

Il digestivo più apprezzato del territorio è vincolato da norme e divieti, visto che la radice è una specie protetta, ma c'è chi ancora si arma di molta pazienza per prepararlo in casa

La genziana ha certamente il primato del liquore più bevuto e amato d’Abruzzo, non solo perché dopo un succulento pasto tipico riesce a far digerire anche l’agnello più condito, ma anche perché il suo sapore amarognolo e secco ma familiare è particolarmente apprezzato, specialmente se fatto in casa da mani amorevoli. 

Nonostante i divieti e le leggi rendano sempre più difficile la produzione domestica, visto che la genziana è fra le specie protette, non c’è casa abruzzese dove a fine pranzo non compaia una bottiglia di genziana rigorosamente senza etichetta

Ma come si ottiene questo apprezzato liquore? Ogni famiglia ha la sua ricetta, il punto in comune è la radice di genziana comune. Oggi si può evitare una denuncia, senza rischiare di rovinare la flora d’Abruzzo, acquistando in erboristeria radici secche per iniziare subito a produrre la genziana. 

Per produrla bisogna armarsi di molta pazienza e di 40 grammi di radice essiccata, 1 litro di vino bianco secco, 6 grammi di caffè in chicchi, mezza stecca di cannella, una foglia di alloro, un chiodo di garofano, la scorsa di mezzo limone non trattato, 300 grammi di alcol puro per liquori e 300 di zucchero. 

Dopo essersi dotati di un contenitore di vetro con coperchio, le radici vanno messe in infusione con gli aromi e poi coperte con il vino; dopodiché si chiude ermeticamente, lasciando riposare il composto per un minimo di 40 giorni

A quel punto, si riapre il contenitore proseguendo con le operazioni. Prima si filtra il vino, passandolo in carta da filtro per liquori, in un recipiente largo. Poi si aggiunge lo zucchero, mescolando finché non si scioglie; solo a questo punto si unisce l’alcol. 

La genziana è pronta, ma deve risposare ancora pochi giorni: si imbottiglia secondo la propria preferenza, senza dimenticare l’etichetta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: oggi 196 nuovi positivi e 441 guariti in Abruzzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento