Cronaca

A Torrevecchia lafontana si trasforma in fioriera

Dalla vitale acqua, quale fonte di vita, alla nuda terra, fine d’ogni storia e tribolazione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

A Torrevecchia Teatina la fontana di piazza san Rocco è stata trasformata in una fioreria. Costata diverse migliaia di euro al Comune, la fontana artistica era stata realizzata dall'amministrazione Mincone nel lontano 2004 per dare l'avvio al recupero urbano del centro storico. Un'opera artistica voluta dal sindaco dell'epoca che, nonostante qualche perplessità artistica ed ubicazionale, l'aveva voluta per cercare di offrire un qualche carattere e riferimento al centro urbano.

Pochi giorni fa, d'improvviso e per motivi ancora inspiegabili, la fontana si trasforma in una fioriera. Segno dei tempi, davvero difficile comprendere oggi gli amministratori pubblici; difficile capire se hanno ben chiaro il valore del potere amministrativo, che hanno nelle mani, e soprattutto il valore del denaro pubblico. Cambiare destinazione d'uso ad un opera realizzata con precisa destinazione e specifico denaro pubblico, oltre a verifiche d'ordine economico - amministrativo, avrebbe bisogno di un approfondimento tecnico funzionale. Qui invece succede tutto in modo estemporaneo e d'istinto. Cosa dire di più, che tutto è oramai delegato all'improvvisazione che conduce al degrado. Anche Piazza San Rocco dunque sta degradando con pavimentazioni scollate, barriere architettoniche dappertutto, arbusti e arboscelli improbabili, soste selvagge, dissuasori ghigliottina e così via per tutti il territorio. Anche la rete viaria pubblica sta cambiano destinazione in luoghi infernali; irriconoscibile in alcuni casi. Forte disagio lungo le strade centrali, carrabilità al limite, girone dantesco nelle zone rurali.

Manca dunque una visione funzionale dell'organismo urbano. Alla fonte, manca un programma amministrativo serio di riqualificazione urbana sia del centro che delle frazioni. Nonostante i piani regolatori varati, mancano interventi decisivi. Torrevecchia oramai vegeta, ha perso ogni speranza per vedere una progettazione seria che inquadri in modo razionale il territorio ma soprattutto la mobilità dei centri urbani. Manca tutto dunque, il degrado non conosce limiti se addirittura adesso una fontana viene trasformata in fioriera in pieno centro senza che alcun motivo di critica si sollevi dal mondo pensante; tutto ha una logica dunque: dalla vitale acqua, quale fonte di vita, alla nuda terra, fine d'ogni storia e tribolazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Torrevecchia lafontana si trasforma in fioriera

ChietiToday è in caricamento