rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Santa Maria Imbaro

Topi uccisi con il gas, a processo il direttore del Mario Negri sud

L'inchiesta, partita lo scorso maggio su denuncia della Lav, accertò che 750 cavie erano state uccise con il gas perché il centro di ricerca non poteva più mantenerle per problemi economici. Il procuratore di Lanciano Menditto ha deciso per il giudizio, la prima udienza il 25 giugno

Andrà a giudizio il direttore amministrativo della Fondazione Mario Negri sud di Santa Maria Imbaro, Tommaso Pagliani, per uccisione di animali, 750 topi tenuti negli stabulari del centro di ricerca e uccisi con il gas perché non c’erano i fondi necessari a mantenerli.

Lo ha deciso il procuratore di Lanciano Francesco Menditto, che dopo la denuncia della Lega Antivivisezione  naturale, a maggio di un anno fa aveva aperto un’inchiesta. L’udienza è fissata per il 25 giugno.

La scorsa primavera furono sequestrati 49 topi, prima affidati alla Lav, poi ad un’associazione di volontariato di Monza, la Collina dei conigli, che si dedica alla cura dei piccoli animali. Quei roditori facevano parte di un più nutrito gruppo di circa 1.300 cavie del laboratorio di Metabolismo lipidico e tumorale di un ricercatore del centro. Questi si era trasferito a Bari, portando con sé quasi la metà dei topi. Il sequestro di Santa Maria Imbaro è stato il primo caso del genere in Italia.

Nei mesi successivi il Negri sud è stato vessato dalla crisi, tale da non consentire più nemmeno il mantenimento dei topi, molti malati. Quindi la divisione veterinaria consigliò l’abbattimento di 750 animali. A quel punto la Lav inoltrò la denuncia che diede il via all’inchiesta del procuratore.

“La legge – commenta oggi la Lav - deve essere rispettata anche in ambiti come la sperimentazione animale: non ci sono zone franche. La norma comunitaria e nazionale e la giurisprudenza hanno ampiamente chiarito che tutti gli animali sono essere senzienti e vanno curati e accuditi rispettandone l'etologia, indipendentemente dalla loro destinazione finale. Chiediamo quindi controlli qualificati nelle strutture che utilizzano animali per la sperimentazione, per evitare che casi analoghi si ripetano".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Topi uccisi con il gas, a processo il direttore del Mario Negri sud

ChietiToday è in caricamento