menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Falsificano il timbro sulla richiesta di contributo per l'emergenza abitativa: condannati 4 dipendenti comunali

Il tribunale di Chieti ha condannato tre dipendenti e una ex funzionaria del Comune, accusati di abuso d’ufficio

Tre dipendenti e una ex funzionaria del Comune di Chieti sono stati condannati a 2 anni e 6 mesi con le accuse di abuso d’ufficio, falsità materiale commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici e soppressione, distruzione e occultamento di atti veri.

Secondo l’accusa gli imputati, alterando il timbro di ingresso apposto dal Comune su una richiesta di contributo per l’emergenza abitativa e i dati relativi al protocollo informatico dell’Ente, avrebbero retrodatato la richiesta consentendo in questo modo l’erogazione di un contributo di 4.800 euro in violazione del regolamento approvato dal Consiglio comunale nel 2010. Contributo che, secondo le testimonianze raccolte, sarebbe servito per favorire la figlia di una ex funzionaria dell'ufficio politiche della casa.

Nei loro confronti il tribunale di Chieti ha disposto anche l’interdizione temporanea dai pubblici uffici per la durata della pena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento