Thales: raccolta firme per destituire la rsu Uilm Uil in carica

Nello stabilimento teatino specializzato in alte tecnologie circa metà dei 110 dipendenti ha richiesto di iscriversi alla Fiom Cgil. E il sindacato assicura di impegnarsi per potenziare la sede di via Piaggio, esigendo dalla società un impegno industriale sempre maggiore

Raccolta firme dei lavoratori dello stabilimento Thales di via Piaggio per destituire la rsu Uilm Uil in carica. Circa la metà dei 110 dipendenti della sede teatina ha richiesto l’iscrizione alla Fiom Cgil, che ha progetti ben precisi sul futuro della società.

“La Fiom di Chieti – assicura il segretario generale Davide Labbrozzi – una volta eletta la nuova rsu, si attiverà, di concerto con la Fiom nazionale, per esigere dalla Thales un sempre maggiore impegno industriale per rafforzare il sito produttivo di Chieti Scalo. La Fiom di Chieti – aggiunge – considera la Thales fondamentale per l’evoluzione positiva delle politiche di sviluppo nella provincia, perché la multinazionale è azienda leader in ambito di ricerca, innovazione e sviluppo di nuove tecnologie”. Oltre allo stabilimento nella zona industriale, la Thales Italia spa, controllata dalla multinazionale francese gruppo Thales spa, gestisce siti produttivi di ricerca a Firenze, Gorgonzola, Vergiate e Roma. Si occupa di sistemi elettronici e di comunicazione per la difesa, sistemi di ausilio alla navigazione aerea, sistemi per il segnalamento ferroviario e alta tecnologia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Chieti più di 60 dipendenti sono impiegati in Ricerca e sviluppo: professionalità specializzate che per la Fiom Cgil vanno valorizzate ulteriormente. “Negli ultimi anni – dice Labbrozzi – a nostro avviso la complessiva gestione manageriale dell’azienda è stata improntata più a criteri di contingenza che ad un vero e proprio piano industriale”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo caso positivo al Covid 19: è un paziente in ospedale a Chieti, domiciliato a San Salvo

  • Bimbo di 3 anni investito mentre attraversa la strada con la mamma: panico a Chieti Scalo

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • È morto l'assessore Antonio Viola

  • Lite tra condomini a Chieti finisce a colpi di forbici: denunciati in due

Torna su
ChietiToday è in caricamento