Thales: l'azienda ufficializza 64 trasferimenti, ma il presidio continua

Ieri la comunicazione che stabilisce le date di inizio nelle sedi di Sesto Fiorentino e Gorgonzola, ma i lavoratori non si arrendono

Mentre il presidio compie 43 giorni, arriva una nube nera sul futuro dei lavoratori Thales. Ieri (lunedì 2 maggio) è arrivata la conferma, annunciata ufficiosamente da qualche giorno, che l’azienda ha aperto la procedura di trasferimento per 64 lavoratori su 92 in organico nel sito di Chieti. 

Non è ancora chiaro chi andrà dove, ma già da oggi (martedì 3 maggio) potrebbero arrivare le prime raccomandate personali, per comunicare a ciascuno quale sarà il proprio destino. Certo è, per il momento, che se qualcuno ha deciso di dare le dimissioni per evitare di spostarsi di centinaia di chilometri, i 24 del ramo Star Mille resteranno, almeno per un paio d’anni, a Chieti, ad operare in una newco formata per metà dalla stessa Thales e per metà dalla società malese Sapura

Gli altri 64, invece, verranno spostati secondo un piano già stabilito dalla sede centrale. Dal prossimo 6 giugno 8 lavoratori del settore Nis dovrebbero trasferirsi a Sesto Fiorentino, così come una parte delle 20 risorse del settore Rcp, mentre gli altri si governano fra luglio e settembre. Sempre il 6 giugno 6 lavoratori di Rcp dovranno spostarsi nello stabilimento di Gorgonzola e il 5 settembre è previsto il trasferimento di 30 persone a Sesto Fiorentino. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidio, però, continua e per domani (mercoledì 4 maggio) è prevista una conferenza stampa nella fabbrica occupata a cui parteciperanno il segretario generale della Fiom Chieti Davide Labbrozzi, il vicepresidente della Regione Giovanni Lolli, il sindaco di Chieti Umberto Di Primio e delegati di fabbriche della provincia di Chieti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una bimba abruzzese disegna il nuovo peluche venduto da Ikea

  • Concorso al Mibact: pubblicati gli avvisi per la formazione delle graduatorie, in Abruzzo 21 posti

  • VIDEO - Facevano acquistare alla Asl protesi a prezzo gonfiato: quattro persone arrestate e 2 medici sospesi

  • Negozio di abbigliamento cerca personale per imminente apertura al Megalò

  • Firmato il nuovo Dpcm: tutti i divieti e le restrizioni in vigore per un mese

  • Serve clienti al bancone dopo le 18: barista sanzionato dai carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento