menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Controlli in corso (foto Protezione Civile Vasto)

Controlli in corso (foto Protezione Civile Vasto)

Dopo il terremoto si controlla tutta la provincia: chiusa una strada a Vasto, crolla intonaco nelle chiese

Al momento sembrerebbe non esserci stata nessuna conseguenza nei comuni di Altino, Casoli, Gessopalena, Roccascalegna e Torricella Peligna. La situazione resta comunque sotto controllo.

Controlli in corso in tutta la provincia di Chieti dopo la forte scossa delle 7.41 di questa mattina (domenica 30 ottobre). In tantissimi hanno tempestato di telefonate i centralini dei vigli del fuoco dopo essere scappati in strada per la paura. Al momento sembrerebbe non esserci stata nessuna conseguenza nei comuni di Altino, Casoli, Gessopalena, Roccascalegna e Torricella Peligna. La situazione resta comunque sotto controllo. 

A Vasto grande lavoro della Protezione Civile locale, che sta ispezionando tutta la città, in particolare il centro storico. Qualche crepa preoccupante è stata riscontrata a palazzo Marchesani, davanti alla chiesa di Santa Maria. I vigili del fuoco di Chieti hanno dato disposizione per chiudere via Giosia fino a nuove disposizioni. E gli stessi vigili sono impegnati in sopralluoghi praticamente ovunque. A Chieti Scalo, in via Amiterno, hanno fatto un controllo sulle condizioni delle 5 palazzine, ma fortunatamente non è stato risontrato alcun problema. A Villamagna si celebrerà all'aperto, per precauzione, la messa domenicale della chiesa di Santa Maria Maggiore, dopo la caduta di intonaco in chiesa. Una situazione simile anche a Vacri.

A Bucchianico è stata chiusa al pubblico la Chiesa di Sant'Urbano causa della caduta di calcinacci al suo interno. Inoltre è stata disposta la chiusura dell'entrata principale del cimitero comunale a seguito di un ulteriore crollo parziale del tetto della Chiesa della Madonna dell'Assunta posta a fianco dell'entrata. Domani mattina, alle ore 8, continueranno i sopralluoghi dell'ufficio tecnico su tutte le scuole di ogni ordine e grado.

Intanto l’Enel ha comunicato il numero per la segnalazione di zone rimaste senza corrente elettrica dopo la scossa: per le emergenza si può chiamare lo 803500.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento