menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo il terremoto compaiono crepe in alcuni istituti superiori di Lanciano

"Nonostante le scosse di terremoto verificatesi negli ultimi giorni e la comparsa di alcune crepe, non è stato effettuato alcun tipo di controllo da parte di nessuno, o è stato svolto in maniera quanto meno approssimativa", denuncia il Blocco Studentesco

Compaiono crepe nei muri di alcune scuole superiori di Lanciano. In particolare, come mostrano le fotografie, risultano danneggiati alcuni muri degli istituti Fermi-De Titta e Da Vinci-De Giorgio

"Ha dell’incredibile – denuncia Domenico De Lucia, responsabile lancianese del Blocco Studentesco, in una nota – quanto sta accadendo a Lanciano, dove, nonostante le scosse di terremoto verificatesi negli ultimi giorni e la comparsa di alcune crepe, non è stato effettuato alcun tipo di controllo da parte di nessuno, o è stato svolto in maniera quanto meno approssimativa, soprattutto per quanto riguarda le prime due scuole”.

“La comparsa delle crepe – continua la nota - dovrebbe essere sintomo di una situazione per lo meno non agibile per gli studenti e tutto il corpo docente e non, ma a quanto pare nessuna istituzione scolastica ha ritenuto necessario adoperarsi per proteggere l’incolumità di tutti.”

“Il Blocco Studentesco – conclude - non può tollerare una situazione simile, in cui la salute degli studenti non è minimamente calcolata, e quindi continueremo senza sosta a sollecitare le autorità competenti al fine di assicurare un tetto sicuro per il diritto allo studio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento