Cronaca Lanciano

Terna: la procura di Lanciano chiede l'archiviazione per le presunte aggressioni ai funzionari

I magistrati riconoscono che i manifestanti evitarono contatti fisici con i funzionari di Terna e che la manifestazione, seppure in alcuni momenti registrò toni accesi, non superò i limiti civili

Richiesta di archiviazione per tutti i procedimenti penali aperti in seguito alle denunce di Terna su quanto accaduto l’8 luglio dell’anno scorso in contrada Sant’Onofrio, a Lanciano. 

La procura scrive che non sembrerebbe esserci stato alcun reato. I magistrati, inoltre, riconoscono che i manifestanti evitarono contatti fisici con i funzionari di Terna e che la manifestazione, seppure in alcuni momenti registrò toni accesi, non superò i limiti civili, né tantomeno ci fu un’aggressione fisica. Tanto che le forze dell’ordine presenti non ritennero opportuno intervenire, pur chiedendo il rinvio delle operazioni per motivi di sicurezza.

Sul fronte civile, dopo la rinuncia alle citazioni nei confronti di Silvia Ferrante, l’attivista di Paglieta diventata il simbolo della lotta contro l’elettrodotto, ma proseguono le 45 contro il perito industriale Antonio Di Pasquale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terna: la procura di Lanciano chiede l'archiviazione per le presunte aggressioni ai funzionari

ChietiToday è in caricamento