Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Terminal dei pullman ad Anagnina: oggi il presidio a Roma

Questa mattina l'Abruzzo in presidio alla stazione Tiburtina con Giovanni Lolli per ribadire il no al trasferimento del terminal dei bus dalla stazione Tiburtina

la stazione Tiburtina

La Regione Abruzzo si schiera contro la scelta del Comune di Roma di spostare il terminal dei pullman dalla stazione Tiburtina ad Anagnina, nella zona sud della città, e chiede un confronto al Campidoglio. Questa mattina alle 11 nel piazzale antistante l’ingresso del terminal bus "Tiburtina” a Roma, è previsto il presidio/conferenza stampa del presidente Vicario della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli e dell'assessore della Regione Lazio, Massimiliano Valeriani, sulle iniziative da intraprendere per contrastare la decisione del Comune di Roma.

Saranno presenti il presidente del Consiglio regionale dell'Abruzzo Giuseppe Di Pangrazio, i parlamentari abruzzesi Stefania Pezzopane e Marco Marsilio, il sindaco dell'Aquila Pierluigi Biondi e una larga rappresentanza del Consiglio comunale del capoluogo, il presidente di Confindustria Abruzzo Agostino Ballone, sindaci, amministratori locali, consiglieri regionali, nonché esponenti delle organizzazioni sindacali, di categoria e produttive.

“Saremo a Roma per interloquire con il Comune - ha detto Lolli - noi lo abbiamo fatto quando loro ne hanno avuto bisogno con il problema rifiuti, ci aspettiamo che ora loro lo facciano con noi su una cosa ragionevole e giusta. Se così non fosse allora sarà mobilitazione. Ci giochiamo il futuro della Regione sul futuro delle connessioni - ha aggiunto- Una volta l’autostrada non è sicura, sulla ferrovia non si fanno investimenti e ora mi disconnetti spostando i pullman. E’ evidente che comprometti il futuro dell’Abruzzo e indebolisci anche il futuro del Lazio”.

Spostare il terminal bus da Tiburtina ad Anagnina creerà inevitabilmente problemi ai tanti pendolari abruzzesi che vanno a lavorare a Roma, come per i romani che vivono in Abruzzo pur continuando a lavorare nella Capitale. "Con il terminal ad Anagnina - osserva ancora il presidente vicario della Regione - molti decideranno di utilizzare la propria auto portando ad un ulteriore pesantissimo ingolfamento. E' errore madornale quello di pensare questo spostamento che, e non ne dubito, il Comune definisce temporaneo. Ma la temporaneità è senza limite perché se dietro c’è un contenzioso questo può anche durare anni. Tra le altre ragioni che penalizzerebbero pesantemente l’Abruzzo con importanti ricadute anche per il Lazio c’è la questione del sistema spaziale. Molte delle aziende strategiche del Paese sono tra la Tiburtina e l’Abruzzo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terminal dei pullman ad Anagnina: oggi il presidio a Roma

ChietiToday è in caricamento