menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il terminal bus degli abruzzesi a Roma resta Tiburtina, bloccato lo spostamento

Il Consiglio Comunale di Roma approva la mozione che impegna la giunta capitolina a mantenere l’Autostazione a Tiburtina, recuperando e riqualificando l'area del piazzale est

La stazione Tiburtina di Roma resta centrale e il capolinea degli autobus diretti a Roma non verrà trasferito ad Anagnina. Lo ha stabilito ieri il Consiglio Comunale di Roma approvando la mozione che impegna la giunta capitolina a mantenere l’autostazione a Tiburtina, recuperando e riqualificando l'area del piazzale est per realizzarvi un nuovo terminal bus.

Soddisfatto il presidente vicario della Regione Abruzzo Giovanni Lolli, che si era mobilitato per impedire il trasferimento dalla stazione Tiburtina ad Anagnina, dell'intero terminal di accesso a Roma da parte del trasporto pubblico abruzzese e delle altre regioni: "Per l'Abruzzo sarebbe stata una sciagura - dice - non solo per le migliaia e migliaia di pendolari, che ogni giorno viaggiano tra la nostra regione e la Capitale, ma anche perché avrebbe compromesso il progetto strategico di Abruzzo e Lazio volto ad intercettare il sistema dei trasporti trans-europeo tra la penisola iberica e i Balcani, che attraversa l'asse Ortona-Civitavecchia. Rendere scorrevole il sistema dei trasporti e l'accesso all' intermodalità con l'alta velocità che transita alla stazione Tiburtina, è appunto decisivo per ottenere questo risultato".

"Alla fine il nostro rumore, la protesta operata dagli amministratori d'Abruzzo di ogni livello istituzionale e dalle forze sindacali, ha prodotto l'effetto sperato - commenta il consigliere regionale Maurizio Di Nicola - L'auspicio è che al documento di indirizzo approvato nella seduta odierna possano seguire i corrispondenti atti amministrativi formali. La Regione Abruzzo resterà vigile".

Anche secondo Fabrizio Di Stefano è necessario tenere alta la guardia  “Accolgo con piacere i chiarimenti dell’assessore capitolino alla mobilità, Linda Meleo, in merito allo spostamento dell'autostazione dei pullman dal piazzale di fronte alla stazione Tiburtina al nodo di Anagnina, che avrebbe causato gravi problemi ai pendolari abruzzesi.
Ancora una volta, però, abbiamo la dimostrazione dell’approssimazione con la quale i 5 Stelle affrontano i problemi. Non occorrevano mobilitazioni di massa o l’approvazione di specifici documenti, sarebbe bastato semplicemente essere meno superficiali. Al momento quindi prendiamo atto che, per i viaggiatori da e verso l’Abruzzo, non ci saranno variazioni in negativo. Tuttavia la guardia deve restare alta perchè, stando alle dichiarazioni degli amministratori capitolini, nessuna decisione definitiva è stata ancora assunta. Sará qundi compito, anche del prossimo Governo regionale, affrontare la questione per porre termine a qualsiasi equivoco e salvaguardare le sacrosante esigenze dei nostri viaggiatori”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: oggi 196 nuovi positivi e 441 guariti in Abruzzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento