menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minaccia di gettarsi dal tetto, la sorella chiama i carabinieri che salvano un ragazzo di 22 anni

Tragedia sfiorata a Paglieta nella notte. Il giovane è stato accompagnato in ospedale

Minaccia di gettarsi dal tetto ma, dopo un paziente lavoro di ascolto, i carabinieri riescono a farlo desistere. Tragedia sfiorata nella notte di ieri a Paglieta: verso l'1,30 una giovane allertava il 112 chiedendo aiuto per suo fratello di 22 anni, che minacciava il suicidio.

Quando i militari sono giunti sul posto hanno trovato sul tetto a falde inclinate dell’abitazione, a circa 10 metri di altezza, il giovane in evidente stato di agitazione psico-motoria che si sporgeva ripetutamente nel vuoto.

"Dopo circa trenta minuti di paziente colloquio - riferisce il capitano Venturi in una nota - acquisita la fiducia del ragazzo, il capo equipaggio della pattuglia riusciva ad avvicinarlo facendolo desistere dai propositi suicidi. Una volta convintosi, veniva aiutato a scendere dal lastrico solare, operazione resa estremamente difficoltosa e con un elevato grado di pericolosità dal momento che la botola di accesso al tetto, era molto stretta e posizionata sulla facciata dell’abitazione. Alla base del gesto una serie di problemi personali".

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Casoli e un’unità del 118 che successivamente ha trasportato il giovani, in evidente stato confusionale, all’ospedale civile di Lanciano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento