Tenta di uccidere lo zio: condannato a 14 anni

Sotto inchiesta anche il padre del giovane. I fatti a Poggiofiorito nel novembre del 2015

Un 26enne originario di Ortona e residente a Pescara, N.D.B., è stato condannato dal tribunale di Chieti a 14 anni di reclusione e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici per tentato omicidio, porto abusivo di coltello e minaccia grave.

I fatti risalgono al 2 novembre del 2015 a Poggiofiorito quando il ragazzo, con la complciità del padre - la cui posizione  deve ancora essere sottoposta al vaglio del gup - aggredì alle spalle con un coltello lo zio G.C., 51 anni, procurandogli ferite alla nuca, al torace, all’addome e alla mano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accoltellato dai parenti mentre esce di casa

Alla base del gesto vecchie ruggini familiari, pare questioni economiche legate alla divisione di un immobile. Il padre di N.D.B. nel corso del dibattimento ha sostenuto che il figlio è estraneo alla vicenda e che sarebbe stato lui ad aver avuto una colluttazione con il cognato, il quale gli sarebbe andato incontro impugnando un coltello. Intanto la difesa ha annunciato  ricorso in Appello.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasto e Chieti piangono la scomparsa del professor Domenico Rossi, morto a 50 anni per un malore

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Estate 2020: in spiaggia con la mascherina, sotto l'ombrellone a 1 metro di distanza. Come si andrà al mare

  • Oggi sposi, nonostante il Coronavirus: Jessica e Francesco si sono sposati a Chieti in attesa dei loro gemellini

  • Coronavirus: nessun nuovo caso in provincia di Chieti, ma c'è una persona morta

Torna su
ChietiToday è in caricamento