Tenta di uccidere lo zio: condannato a 14 anni

Sotto inchiesta anche il padre del giovane. I fatti a Poggiofiorito nel novembre del 2015

Un 26enne originario di Ortona e residente a Pescara, N.D.B., è stato condannato dal tribunale di Chieti a 14 anni di reclusione e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici per tentato omicidio, porto abusivo di coltello e minaccia grave.

I fatti risalgono al 2 novembre del 2015 a Poggiofiorito quando il ragazzo, con la complciità del padre - la cui posizione  deve ancora essere sottoposta al vaglio del gup - aggredì alle spalle con un coltello lo zio G.C., 51 anni, procurandogli ferite alla nuca, al torace, all’addome e alla mano.

Accoltellato dai parenti mentre esce di casa

Alla base del gesto vecchie ruggini familiari, pare questioni economiche legate alla divisione di un immobile. Il padre di N.D.B. nel corso del dibattimento ha sostenuto che il figlio è estraneo alla vicenda e che sarebbe stato lui ad aver avuto una colluttazione con il cognato, il quale gli sarebbe andato incontro impugnando un coltello. Intanto la difesa ha annunciato  ricorso in Appello.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Scale mobili riaperte, erano chiuse da 20 giorni

  • Economia

    Spostata la produzione dei furgoni dalla Sevel alla Polonia, la Fiom lancia l'allarme per il futuro dello stabilimento

  • Cronaca

    Creano una discarica abusiva con 2.200 metri cubi di rifiuti, denunciate due persone

  • Cronaca

    Incendio a Villa Serena: morti due pazienti del chietino

I più letti della settimana

  • Tragedia nel giorno del Giro: scontro con un'auto, morto un motociclista

  • Muore a 59 anni nello scontro della sua moto contro un'auto: ecco chi era la vittima

  • Scossa di terremoto nel chietino all'alba

  • Si è laureato a Chieti il primo abruzzese insignito del premio per cardiologi under 40

  • Trovato senza vita l'anziano scomparso a Francavilla

  • Si scambiano cocaina davanti al centro commerciale, ma vengono sorpresi dai carabinieri: un arresto

Torna su
ChietiToday è in caricamento