menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Topi d'appartamento a San Martino, abitazione a soqquadro in cerca di preziosi

Il colpo è stato scoperto sabato intorno a mezzanotte dai proprietari di casa. Da una prima ricognizione sembra che non manchi nulla: fortunatamente non c'erano nell'appartamento contanti o gioielli

Ancora emergenza topi d'appartamento a Chieti. L'ultimo colpo risale a ieri (sabato 3 dicembre), nella zona di San Martino, a Chieti Scalo, dove i soliti ignoti sono riusciti ad introdursi in un appartamento entrando da una finestra al pianterreno. Non si sa bene a che ora abbiano agito i malviventi, perché i proprietari di casa sono rientrati soltanto a mezzanotte e solo allora si sono accorti di quanto accaduto. Nel vicinato, nessuno ha notato movimenti strani o sospetti.

Intorno alle 19 inoltre, altri tre appartamenti dello stesso quartiere sono stati visitati dai ladri.

Tornando all'abitazione oggetto della segnalazione, il copione è stato quello di sempre: cassetti e armadi a soqquadro, abiti e biancheria tirati fuori e lasciati casualmente a terra, impronte di terra sui muri e persino su un letto, di più malviventi alla ricerca di oggetti preziosi. Da una prima ricognizione, sembra che non manchi nulla, anche perché in casa non c'erano contanti, né gioielli, soltanto un computer che è stato lasciato al suo posto. 

Non è chiaro se i ladri siano stati costretti a fuggire, forse perché disturbati da qualcuno, forse proprio dal ritorno dei proprietari di casa. Nella fuga hanno lasciato aperte tutte le finestre e persino la porta d'ingresso. Sul posto è intervenuta una volante della polizia per un sopralluogo, ma al momento le vittime non hanno sporto denuncia. 

Eppure la paura, in una zona isolata e poco illuminata, cresce. Non solo per la sfrontatezza dei soliti ignoti di entrare in abitazioni private incuranti della possibilità di essere scoperti, ma anche per l'idea che estranei con cattive intenzioni abbiano frugato in ogni angolo di quello che dovrebbe essere il posto più sicuro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento