rotate-mobile
Cronaca Santa Filomena / Via Aterno

Finta dottoressa cerca di entrare in casa di un'anziana: ecco l'identikit della truffatrice

L'ultimo episodio è accaduto ieri, in zona Santa Filomena, ma la malfattrice ha fallito nel suo intento grazie alla prontezza di una nonnina. Ora i familiari vogliono mettere in guardia gli altri

Ennesimo tentativo di truffa ai danni di una persona anziana, fortunatamente non riuscito grazie alla prontezza d’animo di una nonnina. I suoi familiari, però, hanno deciso di raccontare quanto accaduto, per sensibilizzare il maggior numero di persone e fare in modo che riescano a difendersi da persone senza scrupoli.

L’ultimo episodio è accaduto ieri pomeriggio (giovedì 23 marzo), dopo le ore 16, nella zona di Santa Filomena, in via Aterno. Lì, un’anziana è stata avvicinata da una donna, che sosteneva di essere una dottoressa in servizio all’ospedale di Chieti e che la stava cercando per andare a casa sua, per portare alcuni medicinali al marito. 

Quello che la truffatrice non poteva sapere è che il marito dell’anziana è morto da poco. Così, fortunatamente, la signora non ha ceduto all’insistenza della presunta dottoressa, che pure non sembrava desistere dall’intento di andare a casa della sua vittima. In più, ha cercato in ogni modo di ottenere altre informazioni personali. 

Alla fine, l’anziana ha detto che stava per arrivare sua figlia e la sedicente dottoressa si è dileguata in un attimo. L’episodio è già stato segnalato a polizia e carabinieri, ma si vuole evitare che altri anziani, magari più sprovveduti, si lascino incantare dalle parole di questa truffatrice. 

La donna, che si presenta come un medico, ma che evidentemente non lo è, ha circa 50 anni,  capelli a caschetto neri, corporatura robusta e altezza media, circa 1 metro e 65.

Negli ultimi tempi, tra Chieti e provincia, sono tantissimi gli episodi di truffe, tentate o riuscite, ai danni delle fasce più deboli, specialmente gli anziani. Per questo, la polizia ha organizzato la campagna #ChiamateciSempre, che invita i cittadini a contattare le forze dell'ordine qualora abbiano un dubbio sulle persone che si trovano davanti. Qualche tempo prima, i carabinieri avevano diffuso un decalogo da seguire per difendersi dai tentativi di truffa o furto, organizzando alcuni interventi la domenica mattina, alla fine delle messe più affollate, per sensibilizzare ulteriormente gli anziani. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finta dottoressa cerca di entrare in casa di un'anziana: ecco l'identikit della truffatrice

ChietiToday è in caricamento