menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentata rapina in tabaccheria: il titolare si ribella e mette in fuga il malvivente con un bastone

E' successo in via Sciucchi, a due passi dalla "Trinità": il commerciante ha impugnato un bastone di legno per difendersi e si è ribellato

Paura sì ma anche tanto coraggio lunedì sera nella tabaccheria in via Sciucchi a Chieti, poco distante dal comando dei vigili urbani. Il titolare è riuscito a sventare una rapina e a mettere in fuga il malvivente.

"Se spari ti ammazzo io"

Erano circa le 19,30 quando un uomo coperto da una sciarpa e un cappellino ha fatto irruzione nei locali. Con una pistola in mano ha minacciato Amedeo Lamonaca pretendendo che questi consegnasse l'incasso, che in quel momento era di 4mila euro.

Il commerciante però ha reagito inaspettatamente, sorprendendo il bandito e forse anche se stesso: instintivamente ha impugnato un bastone di legno che ha ammesso di tenere vicino alla cassa per difendersi e si è ribellato: "Se spari tii ammazzo, ti faccio vedere io" avrebbe detto al rapinatore il quale, di fronte a tanta determinazione è fuggito a piedi nel buio, forse verso via Trieste Del Grosso.

Terra di nessuno

Non era andata così nel 2001 quando la tabaccheria era stata rapinata da un bandito che puntò al titolare la pistola in bocca e la moglie, terrorizzata, non potè far altro che consegnare l'incasso.

In zona, tre settimane fa, una rapina è stata messa a segno alla Conad di via della Liberazione, anche in questo caso i rapinatori si sono allontanati a piedi sicuri del fatto che Chieti alta, dopo le 19, sembra diventare terra di nessuno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento