Cronaca Lanciano

Minacciano un ragazzino di 15 anni per avere 50 euro, due uomini in manette

Il tentativo di estorsione è stato fermato dai carabinieri, intervenuti durante un servizio antidroga. Ora i due devono rispondere di tentata estorsione. Si indaga per capire se ci siano stati altri episodi

Hanno cercato di estorcere 50 euro a un ragazzino di 15 anni, in pieno centro a Lanciano. Per questo due uomini, entrambi già noti alle orze dell’ordine, sono finiti i manette, arrestati dai carabinieri in flagranza di reato. Ai domiciliari, in attesa del rito direttissimo in programma oggi, sono finiti Sante Guarnieri, 23 anni, e Nicola Fresco, 32, entrambi di Lanciano. 

Ieri sera il ragazzino era davanti a un bar del centro con gli amici, quando gli si sono avvicinati i due uomini, chiedendogli di seguirlo in una stradina adiacente. Lì, gli hanno intimato di consegnar loro denaro. Ma, nonostante il 15enne avesse garantito di non averne, hanno iniziato a minacciarlo, impedendogli di allontanarsi. 

Fortunatamente alla scena hanno assistito i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Lanciano, impegnati in uno specifico servizio antidroga, che sono intervenuti prontamente. Hanno bloccato i due uomini e li hanno arrestati in flagranza. Ora, Guarnieri e Fresco devono rispondere di tentata estorsione in concorso, per cui rischiano una condanna da 3 a 6 anni di reclusione. 

Intanto i militari stanno approfondendo l’episodio, per cercare di capire se l’episodio di ieri sera sia un caso isolato, o se ci siano stati altri episodi ai danni dello stesso ragazzino o di altri suoi coetanei. 

I due arresti non sono disgiunti dalle attività antidroga portate avanti negli ultimi tempi dai carabinieri della compagnia di Lanciano, guidati dal Capitano Vincenzo Orlando e confermano come certi reati siano direttamente legati al fenomeno degli stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacciano un ragazzino di 15 anni per avere 50 euro, due uomini in manette

ChietiToday è in caricamento