Telettra: storia di una ex fabbrica

Nel giorno della festa dei lavoratori, abbiamo voluto ricordare vicende forse già dimenticate, quelle della Telettra. Avvenimenti simili, purtroppo, hanno interessato altre realtà produttive della Val Pescara. Un pensiero per chi, il 1 maggio, non ha lavoro

La rimozione dell'insegna Telettra allo stabilimento di Chieti Scalo

“Sa sistemate ha ndrate a la Telettre”. Fino alla fine degli anni '80, entrare allo stabilimento Telettra di Chieti Scalo era sinonimo di garanzia per un futuro tranquillo. Nel 1972 la nascita, produzione di sistemi per telecomunicazioni, ponti radio. Nel 1976 l’ingegner Virgilio Floriani vende alla Fiat . Nel 1990 la Fiat vende ai francesi della Alcatel, in questi cambi di sigle, i lavoratori rimangono gli stessi, lavorano sodo e grazie a quella che per tanti resta la Telettra, si guadagnano un presente ed un futuro.

Nel 1999 anche i francesi dicono ciao ciao e arrivano i triestini di Telital, poi Ixtant, poi Ixfin, poi nel 2004 ecco la Olit di Luigi Luppi. E in questo balletto i lavoratori sono sempre quelli, questa volta si sente sempre meno dire in giro “sa sistemate ha ndrate a la Telettre”. Anzi il vernacolo-oracolo così inizia a pronunciarsi “Ma che fie fa sa Telettre”.

Nel 2004 se lo chiedono 177 dipendenti. E in quell’anno la tragica risposta, cancelli chiusi e fallimento. Inizia la rabbia, la protesta, sempre fatta di tanta fierezza, dignità, professionalità acquisita in decenni di lavoro specializzato. Una frase in una delle assemblee infuocate, di un lavoratore, rivolta ai politici locali di allora “Se dobbiamo morire, lasciateci morire in pace, non prendeteci in giro, non dateci false illusioni, lasciateci stare”.

Proteste sotto i palazzi delle istituzioni, anche una occupazione della ferrovia e del casello autostradale A14 di Chieti.

Alla fine i rappresentanti istituzionali che potevano spaziare coi vocaboli, ex Telettra, ex Oliit, ex Alcatel, un accordo su come chiamare questi lavoratori non l’hanno mai trovato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di sicuro è una ex fabbrica. E' già diventata una ex storia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quattro nuovi corsi di laurea all’università “d’Annunzio”

  • Muore a 15 anni dopo lo schianto con lo scooter: terribile lutto a San Giovanni Teatino

  • Coronavirus: ci sono altri 39 positivi, la maggior parte sono migranti ospitati in Abruzzo

  • Referti falsi via WhatsApp dopo gli esami: nei guai una ginecologa della Asl di Chieti

  • Ladri in gioielleria a Megalò, scatta l'allarme e perdono parte dei preziosi lungo i corridoi

  • Tre dipendenti sono positivi al Coronavirus, locale di Fossacesia Marina chiuso per la sanificazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento